UN VIAGGIO NEI MARI

Più di 150 specie da scoprire



All'Aquarium Mondo Marino si possono osservare vasche Mediterranee, Tropicali ed Atlantiche, tra le quali una vasca panoramica che riproduce una laguna tropicale con Squali Pinna Nera e Squali Bamboo Grigi. Le specie animali e vegetali da scoprire sono più di 150, tra queste: Murene Zebra e Leopardo, Pesci Pipistrello, Pesci Pagliaccio e 6 specie di Squali (Pinna Nera, Bamboo Grigio, Bamboo Punctatum, Dei Coralli, Gattuccio, Gattopardo).
L'Aquarium Mondo Marino è Centro di Educazione Ambientale Marino e sede del Centro Studi Squali - Istituto Scientifico, che svolge attività di ricerca sugli squali in Sud Africa (Squalo Bianco), in Madagascar (Squalo Balena e Squali Grigi) e nel Mar Mediterraneo (Squali Verdesche, Squali Grigi, Squali Gattopardi e Squali Gattucci).


FORSE NON SAI CHE...

La mostra sugli squali è permanente e la visita alla nursery degli squali è inclusa nel biglietto di ingresso.

Galleria immagini
RICERCA, CONSERVAZIONE, DIDATTICA

Save Sharks


Il Centro Studi Squali - Istituto Scientifico nasce nell'anno 2000 per volontà del suo fondatore Ph.D. Micarelli Primo, titolare di un Master in Oceanografia e Ph.D. in Scienza Ambientale, appassionato della fauna e flora marina e in modo particolare degli squali. A Marzo 2020, la Ph.D. Reinero Francesca Romana, esperta in biologia degli squali, entra a fare parte del comitato esecutivo in qualità di Ricercatrice - Coordinatrice Scientifica.

Il Centro Studi Squali – Istituto Scientifico, struttura privata, in coordinamento scientifico con le Università della Calabria e di Siena, svolge attività di ricerca sugli squali, conservazione e didattica, rivolte a studenti, ricercatori e grande pubblico. Fa parte della rete dell'Osservatorio Toscano per la Biodiversità promosso dalla Regione Toscana e non riceve finanziamenti pubblici.


FORSE NON SAI CHE...

La ricerca viene svolta in laboratorio e sul campo sia nel Mar Mediterraneo che all'estero in Sud Africa, Madagascar e Djibouti. Il Centro Studi Squali - Istituto Scientifico effettua con la propria imbarcazione monitoraggi nel Mar Mediterraneo, che prevedono l'uso di strumenti quali: Drone Phantom 3, ROV, laser fotogrammetrico, Gopro riprese subacquee.


Galleria immagini Vai al sito
RICERCA, CONSERVAZIONE, DIDATTICA

Save Sharks


Il Centro Studi Squali - Istituto Scientifico nasce nell'anno 2000 per volontà del suo fondatore Ph.D. Micarelli Primo, titolare di un Master in Oceanografia e Ph.D. in Scienza Ambientale, appassionato della fauna e flora marina e in modo particolare degli squali. A Marzo 2020, la Ph.D. Reinero Francesca Romana, esperta in biologia degli squali, entra a fare parte del comitato esecutivo in qualità di Ricercatrice - Coordinatrice Scientifica.

Il Centro Studi Squali – Istituto Scientifico, struttura privata, in coordinamento scientifico con le Università della Calabria e di Siena, svolge attività di ricerca sugli squali, conservazione e didattica, rivolte a studenti, ricercatori e grande pubblico. Fa parte della rete dell'Osservatorio Toscano per la Biodiversità promosso dalla Regione Toscana e non riceve finanziamenti pubblici.


FORSE NON SAI CHE...

La ricerca viene svolta in laboratorio e sul campo sia nel Mar Mediterraneo che all'estero in Sud Africa, Madagascar e Djibouti. Il Centro Studi Squali - Istituto Scientifico effettua con la propria imbarcazione monitoraggi nel Mar Mediterraneo, che prevedono l'uso di strumenti quali: Drone Phantom 3, ROV, laser fotogrammetrico, Gopro riprese subacquee.


Galleria immagini Vai al sito
GIOVANI PALEONTOLOGI

Il viaggio comincia 400 milioni di anni fa


Nel percorso, che si estende su circa 3000 m2, sono presenti 20 dinosauri e pesci preistorici di dimensione reale. La visita inizia 400 milioni di anni fa, quando esisteva prevalentemente la vita sott'acqua ed erano presenti creature marine come il pesce corazzato Dunkleosteus, le Ammoniti e successivamente il Megalodonte. Prosegue con il lento passaggio dei rettili marini alle terre emerse fino ai Dinosauri come Velociraptor, Stegosauro, Apatosauro, Triceratopo, Pteranodonte, Brachiosauro, Tirannosauro-rex e tanti altri.


FORSE NON SAI CHE...

I Paleontologi ricercano i fossili scavando nelle rocce e nei terreni di natura sedimentaria (costituiti da calcare, sabbia e gesso). Spesso, quando vengono riportate alla luce, le ossa fossilizzate si spezzano o si sgretolano, in quanto molto friabili. Per rimuoverle dal terreno, si rende indispensabile inglobarle in una "camicia" di gesso.

Galleria immagini
DIVENTA ESPLORATORE NATURALISTICO

Giovani Darwin


Natura è la nuova area tematica dedicata agli esploratori naturalistici. Il percorso prevede diverse postazioni per coinvolgere i visitatori nell'osservazione della natura circostante fiori, insetti, foglie, lago Bio, laghetto, rifugio degli uccelli. I ragazzi per le loro osservazioni naturalistiche potranno usare il kit dell'entomologo, il grande binocolo, l'area giardinaggio e l'orto botanico.


FORSE NON SAI CHE...

Gli studi più importanti di Darwin furono compiuti nell'archipelago delle isole Galapagos. Darwin si focalizzò sullo studio dei fringuelli, perché notò che presentavano becchi diversi a secondo dell'isola in cui vivevano. Osservò che ogni specie di fringuelli aveva il becco ben conformato per il tipo di cibo disponibile sull'isola. Su un isola ricca di alberi da frutti, i fringuelli avevano il becco largo e corto, perfetto per mangiare frutta; invece su un isola popolata da insetti, il becco degli uccelli era lungo e sottile, e funzionava come una pinza, per afferare anche gli insetti più piccoli. In base alle analogie e alle differenze osservate all'interno della stessa specie, Darwin cominciò ad ipotizzare che gli esseri viventi non si mantenessero identici di generazioni in generazioni, ma che fossero individui in costante trasformazione, e che le loro modificazioni fossero dovute alle differenti condizioni ambientali.

Galleria immagini
DIVENTA ESPLORATORE NATURALISTICO

Giovani Darwin


Natura è la nuova area tematica dedicata agli esploratori naturalistici. Il percorso prevede diverse postazioni per coinvolgere i visitatori nell'osservazione della natura circostante fiori, insetti, foglie, lago Bio, laghetto, rifugio degli uccelli. I ragazzi per le loro osservazioni naturalistiche potranno usare il kit dell'entomologo, il grande binocolo, l'area giardinaggio e l'orto botanico.


FORSE NON SAI CHE...

Gli studi più importanti di Darwin furono compiuti nell'archipelago delle isole Galapagos. Darwin si focalizzò sullo studio dei fringuelli, perché notò che presentavano becchi diversi a secondo dell'isola in cui vivevano. Osservò che ogni specie di fringuelli aveva il becco ben conformato per il tipo di cibo disponibile sull'isola. Su un isola ricca di alberi da frutti, i fringuelli avevano il becco largo e corto, perfetto per mangiare frutta; invece su un isola popolata da insetti, il becco degli uccelli era lungo e sottile, e funzionava come una pinza, per afferare anche gli insetti più piccoli. In base alle analogie e alle differenze osservate all'interno della stessa specie, Darwin cominciò ad ipotizzare che gli esseri viventi non si mantenessero identici di generazioni in generazioni, ma che fossero individui in costante trasformazione, e che le loro modificazioni fossero dovute alle differenti condizioni ambientali.

Galleria immagini
 

Contatti


Aquarium Mondo Marino
Via della Cava - Loc. Valpiana
58024 Massa Marittima (GR)
+39 0566.919529
+39 342.5713315
info@aquariummondomarino.com
Seguici su Facebook
Puoi anche scriverci utilizzando questo modulo di contatto.
Ti risponderemo al più presto.
Leggi la Privacy Policy
Sostienici
Translate »